The girl on the train – La ragazza del treno

Titolo originale(ingl): The girl on the train
Autrice: Paula Hawkins
Voto: 3/5
Pagine: 409
Data pubblicazione: 2015

Buongiorno a tutti! Oggi vi parlerò del thriller di cui si è sentito tantissimo parlare ultimamente: La ragazza del treno.

Senza lasciar trapelare molto, è la storia di questa donna, Rachel, che non riesce ad accettare il recente divorzio e trova rifugio nell’alcol. Prende il treno tutti i giorni e sa che passerà di fianco alle stesse case, tanto che le sembra quasi di conoscere le persone che vi abitano. Vede una coppia che sembra essere innamorata e felice: la coppia perfetta che conduce una vita perfetta, in una casa altrettanto perfetta. Perché non poteva essere al loro posto? Perché non poteva vivere lei una vita perfetta?
Ma un giorno Rachel nota qualcosa di diverso, qualcosa che la tormenta profondamente, e in un attimo si trova coinvolta nelle vite di quegli estranei.

Come amante dei gialli/thriller non potevo non essere attratta da questo libro dopo tutto lo scalpore che ha generato. Infatti appena entravo in una libreria per mesi questo libro è stato messo in primo piano, presentato come il “thriller dell’anno che vi terrà svegli la notte”. E devo ammettere che si, mi ha tenuta sveglia la notte, ma una volta giunta alla fine mi sono detta ‘tutto qui?’ Non ho trovato la trama particolarmente originale, il grande mistero non era poi così grande, soprattutto se siete amanti del genere e ne avete già letti tanti. Nonostante ciò, devo ammettere che l’autrice ha saputo creare una suspense mozzafiato. Una cosa che ho assolutamente amato invece è il punto di vista offuscato dall’alcol della protagonista. Sono infatti i suoi vuoti di memoria e il suo personaggio che rendono il libro quello che è, è lei che mantiene la suspense a livelli altissimi.
Voglio comunque consigliarvi questo thriller, è una lettura molto scorrevole per nulla difficile, anche se devo ammettere che dopo questa piccola delusione sono un po’ scettica riguardo il suo nuovo libro, Dentro l’acqua.


Hi everyone! Today I’m going to talk about the most famous thriller of the last few years: The girl on the train.

It is basically the story of this woman, Rachel, who doesn’t want to accept her divorce and has become an alcoholic. She takes the train every day and she knows that she will pass the same houses and see the same people. She gradually gets the feeling that she knows them. She sees the most perfect couple: they seem in love and happy, they live in a beautiful house. Everything seems perfect. Why isn’t she like them? Why can’t she have a perfect life as well?
But one day, Rachel sees something that will truly upset her, and she is inevitably drawn into the life of those strangers.

As a thriller-lover I wanted to read this book immediately. It was advertised as “the thriller of the year that will keep you awake at night” and it had a good word-of-mouth as well. I must say that it did keep me awake at night, but when I finished it I felt I wasn’t so enthusiastic about the story. In my opinion, it wasn’t that original and the main mystery wasn’t that surprising to me, especially if you love the genre and you have already read your fair share. However, I think the suspense was great and made it a real page-turner. One thing I enjoyed was the protagonist’s point of view blurred by alcohol and her memory blackouts that keep up the suspense. It’s her character, and not the story itself, that makes this book worth of its success.
The style is plain and simple and overall I think it is worth reading, but I must say that I feel a bit sceptical about her new novel Into the water.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

w

Connecting to %s

Blog at WordPress.com.

Up ↑

%d bloggers like this: