Doppio sogno – Dream Story

Titolo originale (tedesco): Traumnovelle
Autore: Arthur Schnitzler
Voto: 4/5
Numero di pagine: 114
Anno di pubblicazione: 1926

Libro.
Doppio Sogno. Fridolin e Albertin sono sposati e hanno una bambina, ma sono in piena crisi coniugale tanto da accorgersi di essere attratti da altre persone. Dopo aver fatto visita ad un paziente, il dottor Fridolin decide di recarsi ad un bar invece di tornare a casa. Qui incontra un vecchio compagno di studi che ha abbandonato la professione medica per diventare musicista e lo invita ad una festa privata in cui tutti portano una maschera e hanno dei costumi particolari. Così Fridolin, dopo aver reperito il costume, raggiunge l’amico pianista a questa festa misteriosa che ha più l’aria di un incontro di una setta religiosa, in cui il corpo senza veli delle donne provoca “torbidi e pericolosi vortici anche nell’anima più limpida e pura”. Dopo essere stato salvato da una donna misteriosa e severamente cacciato dalla festa, Fridolin torna a casa per trovare la moglie incredibilmente scossa da un sogno erotico liberatorio.

Il libro è incredibile, onirico, in bilico tra conscio e inconscio, tra sogno e realtà. È una novella sull’Eros inappagato. Infatti gli smarrimenti notturni di Fridolin e i sogni della moglie mettono in mostra i desideri insoddisfatti di entrambi, poiché da un lato le avventure notturne di Fridolin non giungeranno mai a compimento, dall’altro il sogno erotico di Albertine resta comunque solo un sogno.
Per comprendere l’opera di Schnitzler bisogna non tanto soffermarsi sul legame dei sogni con la realtà, ma pensare a ciò che vi è tra la realtà stessa e i sogni: al medioconscio: “Si scopre poi una specie di territorio intermedio fluttuante tra conscio e inconscio […] Tracciare quanto più decisamente è possibile i limiti fra conscio, semiconscio e inconscio, in ciò consisterà soprattutto l’arte del poeta” (A.Schnitzler in Aphorismen und Betrachtungen).

Film.
Da questa novella Stanley Kubrick ha tratto il film Eyes wide shut. La trama è piuttosto simile, solo che Fridolin e Albertine sono Bill e Alice (Tom Cruise e Nicole Kidman) e il contesto in cui si svolge non è più Vienna ma New York. Kubrick rimane affascinato dalla novella che “Esplora l’ambivalenza sessuale di un matrimonio felice e cerca di equiparare l’importanza dei sogni e degli ipotetici rapporti sessuali con la realtà”

La prima volta che ho visto il film mi ha lasciata con un grosso punto di domanda. Così l’ho guardato una seconda volta dopo aver letto la novella, e devo dire che il libro è stato illuminante. Per questo vi consiglio di leggere prima il racconto breve per capire a pieno cosa Kubrick abbia visto (o non visto) nella novella che poi ha deciso di rappresentare. Gli smarrimenti notturni in bilico tra sogno e realtà sono molto più accentuati nel film e i confini meno netti, per questo a volte sembra confusionario. A me sono piaciuti entrambi in modi differenti.


Book.
Dream Story. Fridolin and Albertine are married and have a daughter, but they are going through a crisis and they feel attracted to other people. After visiting a patient, doctor Fridolin decides to go to a cafe, where he finds an old school friend who abandoned medicine to be a musician. He invites him to a secret high-society party in which you must wear a mask. Intrigued, Fridolin finds a costume and follows his friend to the party, which is more like a religious sect gathering. He is surrounded by the occult atmosphere of the house, by naked women with masks and men dressed like cavaliers. “Fridolin’s eyes roved hungrily from sensuous to slender figures, and from budding figures to figures in glorious full bloom; and the fact that each of these naked beauties still remained a mystery, and that from behind the masks large eyes as unfathomable as riddles sparkled at him, transformed his indescribably strong urge to watch into an almost intolerable torment of desire”. However, some guests discover that he is an intruder and he has therefore to leave the party after a mysterious woman sacrificed herself to save him.
When he arrives back home he finds his wife incredibly shaken by a dream and she tells him her erotic fantasies.

The book is incredible, oneiric, halfway between reality and dreams. But it is also a novel about unsatisfied Eros. Fridolin’s night adventures and Albertine’s dreams show their desires, that will never lead to a release of the libido. On one hand, Fridolin’s adventures will never be accomplished. On the other hand, Albertine’s erotic dreams will always be just fantasies.
To understand Schnitzler, we need to focus on what lies between conscious and unconscious, the concept of ‘middle-consciousness.

Movie.
Stanley Kubrick made this novella into a movie, Eyes wide shut. The plot is similar, but the setting of the movie is present-day New York (not Vienna) and Fridolin and Albertine are Bill and Alice, portrayed by Tom Cruise and Nicole Kidman.

The first time I saw the movie I was overall confused. I therefore watched it a second time after reading the novella and I must say that the book helped me understand the movie. In Kubrick’s work the boundaries between reality and dreams are weaker and sometimes you can’t tell them apart. For this reason, it is confusing and upsetting. Hence, I suggest you reading the book before watching the movie so you will have bigger chances to understand what Kubrick saw in the novella. I liked them both in a different way, and I would recommend them to all of you.

 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

Blog at WordPress.com.

Up ↑

%d bloggers like this: