Wide Sargasso Sea – Il Grande mare dei Sargassi

Titolo originale(ingl): Wide Sargasso Sea
Autrice: Jean Rhys
Voto: 5/5
Numero pagine: 171
Anno Pubblicazione: 1966

Buongiorno a tutti! Oggi voglio dedicare una parte del mio blog ad uno di quei classici poco conosciuti, ma di grande valore. Molti di voi conosceranno la storia di Jane Eyre e di come la protagonista ignori l’esistenza della moglie pazza di Rochester, Bertha Mason. Nell’opera della Rhys (prequel di Jane Eyre) il punto di vista viene attribuito alla moglie Bertha, che nel romanzo viene chiamata Antoinette, cercando così di far luce su uno dei personaggi più misteriosi della letteratura inglese: la donna pazza rinchiusa in una soffitta.
Ambientato nei Caraibi, la protagonista del romanzo è Antoinette Cosway, una giovane donna creola che è data in sposa all’orgoglioso signor Rochester. Le vicende de Il Grande mare dei Sargassi hanno inizio nel periodo seguente l’Atto di Abolizione della schiavitù del 1833, e racconta la difficile infanzia di Antoinette e il suo matrimonio con Rochester. Uno dei punti fondamentali del crollo psicologico di Antoinette è il sospetto che entrambi cominciano a nutrire l’uno per l’altra. Inoltre l’Emancipazione non cambiò l’atteggiamento dei bianchi o degli ex schiavi, ma liberò sentimenti d’odio e rancore che a lungo erano stati repressi. Infatti Antoinette verrà discriminata sia dalla popolazione nera, gli ex schiavi, a causa del passato coloniale della sua famiglia, ma anche dalla stessa classe inglese, che non intende accoglierla come propria cittadina.

Il grande successo dell’autrice risiede nel fatto che essa ha saputo creare il passato di alcuni personaggi inventati da un’altra scrittrice, facendo sì che il classico intramontabile della Brontë sia letto in modo differente, dando un peso diverso al personaggio della moglie pazza. Bertha dovrà quindi essere vista come una bellissima, ma estremamente triste Antoinette, che è stata sposata solo per la ricchezza della sua piantagione.

Ulteriori informazioni:

  • Diviso in tre parti con tre narratori diversi, questa narrazione corale accosta l’opera di Jean Rhys alla corrente postmodernista, ma è anche un’opera postcoloniale poiché tratta i problemi e le conseguenze della società coloniale
  • Il titolo fa allusione al Mar dei Sargassi, una particolare zona dell’oceano Atlantico che simboleggia la barriera tra le Indie Occidentali e l’Europa (nonché la barriera tra Antoinette e Rochester)
  • Antoinette Cosway è un alter-ego dell’autrice, poiché anch’essa ha conosciuto l’isolamento e le difficoltà di appartenere a due mondi differenti

Consiglio questo libro a tutti quelli che hanno sempre avuto un grosso punto di domanda riguardo il personaggio di Bertha in Jane Eyre: perché è pazza? Perché viene descritta come un vampiro? La risposta la trovate ne Il Grande Mare dei Sargassi. Ma lo consiglio anche a coloro che non conoscono Jane Eyre, perché sono comunque due romanzi indipendenti.


Hi everyone! Today I’m going to talk about a great classic, yet not so famous in Italy. Lots of people are familiar with the story of Jane Eyre by Charlotte Brontë. Jane doesn’t know that Rochester is already married to the lunatic Bertha Mason, who is locked in a room on the third floor. Jean Rhys’ novel is a prequel to Jane Eyre and describes the past and marriage of Bertha, whose real name is Antoinette Cosway, from her point of view. The writer stated that she was obsessed and unsatisfied with Brontë’s description of the mad Creole wife, and therefore decided to write her a life.

The novel is set in the Caribbean a short while after the Slavery Abolition Act of 1833 which led to the financial ruin of many Creole planters. However, the Emancipation Act did not change the attitude of the English or black people, but released feelings of hatred and bitterness that had long been abolished. The Creole Antoinette identifies the Caribbean as her home, but is rejected by the local black population because of her colonial past. Moreover, her marriage to Rochester will never be happy because of the suspicion and growing hate between them. Rochester is described as an English colonizer who married Antoinette just for the fortune of her plantation.

More information:

  • The novel is divided into three parts with three different narrators and for this reason it is considered a postmodernist novel. But it is also a postcolonial novel since it addresses the problems and consequences of the colonial society
  • The Sargasso Sea is an area of the Atlantic Ocean. Jean Rhys used this area as title for her novel, since it gave the idea of isolation and a barrier between the English and West Indian cultures (but also between Antoinette and Rochester)
  • Antoinette is Jean Rhys’ alter-ego, since her life too had always been divided between two different countries and two cultures

Jean Rhys gave Antoinette an identity, dignity and a voice to tell her side of the story as “There is always the other side”. I recommend this novel to all the people who want to know why Bertha Mason is described as a vengeful vampire in Jane Eyre. However, the novel stands on its own so you don’t have to know Jane Eyre to understand the story. Wide Sargasso Sea is surely a very interesting novel, a true postcolonial response to Charlotte Brontë’s Jane Eyre.

 

 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

w

Connecting to %s

Blog at WordPress.com.

Up ↑

%d bloggers like this: